Programma elettorale


TEMI PROGRAMMA 2006 ”Partecipazione e impegno”

”Le persone al primo posto”

Partecipazione e impegno un punto di partenza per cambiare, per innovare la politica del comune di Caldogno.
Crediamo sia necessario un nuovo modo di fare amministrazione, in cui il cittadino è al centro di ogni scelta, scelte condivise e concordate.
Il rinnovato rapporto con i cittadini richiede un grande impegno che riteniamo centrale per uno sviluppo sostenibile.
Riteniamo centrale la figura dei responsabili di quartieri tramite diretto tra amministratori e i problemi del Comune.
1. La PARTECIPAZIONE del cittadino, piccolo o grande che sia, vecchio o giovane che sia, guardiamo con grande interesse il movimento internazionale ”Bilancio Partecipativo” dove si vuole mettere al centro il cittadino, l’idea e la concretezza del ”nuovo municipio”.
 una politica dove il desiderio di cambiare si attua attraverso un progetto fatto di scelte condivise, attraverso il meccanismo della ”partecipazione”.
Le COMMISSIONI operative, dove per aree interesse e della ”mission” individuale e nel rispetto del Regolamento Comunale il cittadino adulto può ”consigliare, mediare e deliberare” su alcune questioni.
IL COMUNE dei Ragazzi (elezione di una giunta dei ragazzi con le scuole medie e dotarli di potere decisionale ed esecutivo, varie esperienze)
Il COMUNE dei Giovani, Sindaco e Giunta dei giovani e relativo capitolo di spesa (esperienza del comune di Grisignano)
URP – trasparenze, recepimento indicazioni BILANCIO PARTECIPATIVO
Difensore Civico non solo annunciato ma certo, almeno per l’unione dei Comuni, supporto ai cittadini che vogliano istruire una pratica al giudice di pace contro ammende amministrative, recupero punti patente, soprusi.
Tutta materia che seguirà il sindaco e vicesindaco
 
2. L’associazionismo sociale, valorizzazione delle risorse interne (importante esperimento del cerchio della vita), i comitati legati ad esperienze di accoglienza internazionale (comitati di Chernobyl legati alla famosa Associazione Bilaterale Mict-Ponte ONLUS /CORDA.. Valorizzazione dei gruppi di donne che vogliano realizzare qualcosa per il mondo in Rosa o con i colori dell’arcobaleno!

3. La famiglia, assegno di sostegno scolastico con i testi e la valutazione del reddito ISEE, l’autobus per gli studenti delle scuole superiori (aumento delle corse, sconti sulle festività, sconti sull’abbonamento mensile)

4. Gli anziani – Progettare l’accoglienza, il nuovo centro diurno (supportare l’associazione bell’età con le politiche di servizio agli anziani di tipo istituzionale) Casa di Cura pubblica o casa di Cura privata…la nostra AZALEA. Valorizzazione delle idee progettanti degli anziani nel post Rech

5. L’handicap/diversamente abili, servizi in convenzione con l’ULSS6, casi particolari, gruppi di volontariato di supporto alle famiglie, corsi di DanzAbility, Corsistica di sport protetti e incentivanti l’attività motoria, accessibilità dei luoghi pubblici (biblioteca, municipio, palazzetto, marciapiedi, le chiese, i cimiteri – mappatura dell’inaccessibilità).

6. Immigrazione/integrazione – Progettare l’accoglienza, La legge sui flussi migratori (Bossi-Fini), Corsi di Russo, Arabo, Ebraico in collaborazione con l’agenzia educativo-formativa ”università degli adulti” e la scuola media ”Carta” di Vicenza, polo di coordinamento di tutte le scuole del vicentino di alfabetizzazione per stranieri. Consulta dei cittadini italiani naturalizzati, quelli che hanno in atto le pratiche di cittadinanza e desiderano giurare fedeltà allo stato italiano, feste a nazionalità o a tema.
 
7. Inclusione o esclusione sociale e culturale (povertà): istituzione di una comunità alloggio ove ospitare casi urgenti di senza fissa dimora, gestita dall’amministrazione attraverso la riconvenzione con il Servizio Civile Regionale (i ragazzi/e 20 enni che desiderano fare una esperienza di cittadinanza e difesa di quei cittadini che hanno perso tutto.
 
8. Interventi Umanitari all’estero – Valorizzazione dei progetti e dei sogni interni al paese, i viaggi studio dei giovani per toccare con mano la povertà del mondo e i sistemi economici che la perpetuano. Uno stato mentale che ci apre alle culture lontane ed evita un ripiegamento su di se fatto di autocompiacimento.
 
9. Livelli essenziali delle prestazioni sociali, continuare il lavoro dell’assessore uscente sulle tabelle di indigenza, sufficienza, minime di erogazione di servizi socio sanitari (mensa, biancheria, accompagnamento, accudimento), sostenere l’operato dell’assistente sociale di Caldogno indirizzando in questo settore, oltre a quello cultuale, i ragazzi del servizio civile regionale. Assegno d’urgenza per il primo mese con impegno ad accettare il contratto offerto dall’ufficio per l’impiego di vicenza.

10. Infanzia – i piccoli cittadini – Programmare I CENTRI estivi Prolungati per chi rimane in Caldogno tutta l’estate (inizio attività dal 15 giugno fino a settembre, pausa agosto da concordare) con accesso dai 5 anni fino alle scuole medie, aperti anche ai bimbi dei 2 e 3 anni con le animatrici specializzate, continuare la campagna nazionale di un assegno una tantum per ogni nato dell’anno.

11. Adolescenza – i cittadini in cerca di identità, di un posto per esprimersi e manifestarsi, esperienza del Salotto Culturale (progetto con la coop. Il Mosaico) le Politiche giovanili provinciali, regionali. Rimettere in rete le idee e sponsorizzare i gruppi istituzionali o no che si occupano di realizzare le idee (progettazione, programmazione, esecuzione, conclusione e verifica qualitativa). Valorizzare le ricerche sulla situazione dei nostri giovani.

12. Minori stranieri – progetti di Mediazione culturale, alfabetizzazione, inserimento con progetti di educazione civica, il territorio, l’inculturazione socio-religiosa

13. Politiche giovanili provinciali, regionali: FORUM con il nuovo servizio INFO giovani del comune di Vicenza, ufficio sogni nel Comune di Caldogno (sede Ancis aureliano), attivazione di gruppi di interesse per progettare spazi, luoghi o non luoghi di ritrovo dei ragazzi. Valorizzazione anche dei gruppi di frontiera delle parrocchie tipo: gruppo sprizzando, centro giovanile di Caldogno, Noi di Rettorgole. Sportello GIOVANI.
 
14. Volontariato, rimettere in sesto la consulta per effettuare almeno il coordinamento, iniettare le energie nel coordinamento del Solidarfest come momento qualificante di unità dei cittadini su di un tema annuale. Le altre realtà vicine agli anziani (bell’età, terza età), ai genitori (cerchio della vita), le realtà associative importanti del mondo cattolico (ACR, ACI, giovanissimi, Scout)  
15. La sicurezza del paese e di chi ci vive, unione dei comuni cosa dice sul poliziotto di quartiere, la situazione dei parcheggi, la messa in sicurezza del pedone e del ciclista. La situazione delle rotatorie e la viabilità diurna e notturna, le ronde dei ladri di biciclette, l’illuminazione dei punti critici, la valutazione della percorribilità delle arterie maggiori con i rilevatori di passaggio.
 
16. La biblioteca e il polo culturale della villa, cultura per Caldogno o di Caldogno, Spettacoli con e per Caldogno, implementazione delle iniziative entrando nel circuito regionale e nazionale delle mostre ed iniziative culturali con fruibilità per tutti i cittadini degli spazi della villa (giardini, parco giochi, spazi architettonici), portoncini ad apertura domenicale e nelle varie manifestazioni.

17. Edilizia pubblica 1: strade, marciapiedi ( la manutenzione ordinaria e straordinaria, adeguamento agli accessi facilitati, fognature (rivalutazione dell’intera rete delle acque scure, conclusione per le zone sprovviste e la messa in sicurezza delle zone desuete), illuminazione

18. Edilizia Pubblica 2: le scuole (mensa scolastica), le sedi associative (barchesse, ex distretto socio sanitaro di cresole), recuperi, Ex Municipio di piazza B. Viola da rivalutare come sede di rappresentanza per la cittadinanza, sala civica, valorizzazione del Bar e di tutta la nuova zona residenziale attorno al parco di via Dante. Edilizia agevolata per giovani coppie residenti

19. L’edilizia cimiteriale (ingresso decoroso al cimitero di Caldogno, gli accessi per i diversamente abili, sistema di controllo con videosorveglianza per gli atti di sciacallagio sulle tombe, fioriere), le frontiere e le indicazioni alla cremazione in convenzione con il comune di Vicenza.

20. Viabilità – I progetti attuali e quelli che vorremmo, rotatorie? viabilità secondaria, svincoli, flussi di passaggio e attraversamento Vicenza – Thiene, Isola – DuevilleI dissuasori di velocità. Le piste ciclabili (total projet) insieme alla messa in sicurezza delle fasce di cittadini a rischio, pedoni, ciclisti, jogghin. Asfaltatura in collaborazione con il comune di costabissara di via Latason in evidente stato di abbandono.

21. Partecipazione all’istituto comprensivo – Progetti nuovi alla luce della nuova riforma – Post Morattiana. Interventi nel POF con la rappresentanza dei genitori in consiglio d’istituto e con il gruppo del cerchio della Vita, le rappresentanze dei consigli di classe d’istituto e le agenzie educative esterne, la scuola materna parrocchiale.

22. Lo sport – palazzetto della cittadella dello sport lasciato fuori dall’intera operazione del finanziamento pubblico/privato. Un nuovo Palazzetto per Rettorgole per decentrare le attività di aggregazione.

23. Il palazzo – il Municipio, trasparenza, percorsi di Qualità delle prestazioni, La pubblicizzazione dei Consigli Comunali, la dislocazione delle responsabilità, I servizi erogati dai vari uffici, la comunicazione al cittadino, le domande e le risposte….

24. Ambiente – BIOEDILIZIA, PM10 scuole elementari (i giardini delle merendine dei nostri ragazzi), Percorsi pedonali sicuri per i bambini, continuare l’esperienza del nonno vigile. Ripristinare la festa degli alberi, valorizzare ogni anno

25. Sostenibilità – Pannelli solari promozione, GPL, IMPIANTO a Caldogno di Metano per auto, Energia FOTOVOLTAICA, Comune Denuclearizzato ”non c’è più il cartello”, Assessore incaricato a seguire queste pratiche e diffondere questa cultura.

26. Università degli adulti, valorizzazione delle risorse interne, le professioni, studi e pubblicazioni di ricerca da parte degli studenti seguiti dai professori, collaborazione con l’archivio di stato per il fondo dei carteggi dei Caldogno, notai su situazioni di passaggi di proprietà e ricostruzione storica delle tradizioni paesane.

27. I QUARTIERI, centri di aggregazione e di partecipazione alla cosa pubblica, non solo gestori delle aree verdi ma anche promotori delle scelte del cambiamento ”Bilancio Partecipativo”, nuovi spazi per la collettività?

28. TURISMO Associazione ”Le Risorgive”, agenzia di promozione turistica PRO LOCO (innovatività dei suoi progetti, collaborazione continuativa con l’ufficio UMPLI), Formazione degli operatori/guide per la presentazione della Villa e attività connesse.

29. Finanza e tariffe/tasse/canoni: Diminuzione dell’ICI sulla PRIMA casa

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.